Azienda

Vecchietti

  • 1.jpg
  • 2.jpg
  • 3.jpg
  • 4.jpg
  • 5.jpg
  • 6.jpg
  • 8.jpg
  • bietola.jpg
  • carciofi.jpg
  • cavoloviola.jpg
  • insalate.jpg
  • radicchi.jpg
  • san giorgio.jpg
  • trasformati.jpg

 

CIPOLLA La cipolla è una pianta erbaceabiennale probabilmente originaria degli altipiani del Turchestan e dell'Afghanistan (Asia occidentale). La sua coltivazione è molto antica e risale agli Egizi nel IV millennio a.C.; oggi è coltivata in tutto il mondo.

 

In Italia le regioni maggiormente interessate a questa coltura sono l'Emilia-Romagna, la Campania, la Sicilia e la Puglia

 

 Caratteri botanici La cipolla (Allium cepa L.) appartiene alla famiglia delle Liliaceae. Alcuni studiosi, per la forma dell'infiorescenza, la inseriscono, come l'aglio, nella famigla delle Amarillidaceae. L'apparato radicale è costituito da numerse radici fascicolate e superficiali (in genere nei primi 20-25 cm di terreno), di colre biancastro, normalmente sprovviste di peli radicali e carnose.  Alla germinazione presenta una piccola foglia che fuoriesce dal terreno con forma ad anello ed in seguito si solleva ed assume l'aspetto di una frusta. Compaiono poi lentamente le altre foglie che sono cave, fistolose, rigonfie nella parte inferiore. Il bulbo (la parte edule della pianta) è costituito dall'ingrossamento della parte basale delle foglie che si ispessiscono, divengono carnose, bianche o leggermente colorate di rosso o violetto. Le guaine esterne si presentano invece sottili, cartacee, di colore variabile dal bianco, al dorato, al rosso al violetto, a seconda della varietà. Trapiantando i bulbi al secondo anno si forma lo scapo fiorale, cavo internamente e rigonfio nella parte inferiore. Lo scapo porta alla sommità una infiorescenza ad ombrella semplice, globosa, composta da molti fiori, che presentano protandria (vanno a maturazione prima le antere e poi gli ovuli) e conseguente allogamia in quanto la fecondazione è favorita dagli insetti pronubi. Dalla fecondazione si forma una capsula triloculare contenente 1-2 semi, di forma irregolare, generalmente di colore nero, ma anche bruno. Il peso di 1.000 semi va da 3 a 5 grammi.

 

Esigenze ambientali La cipolla è abbastanza resistente alle basse temperature, tanto che la germinazione, pur avvenendo in condizioni ottimali intorno ai 20-25°C, può iniziare già a valori di 0-1°C.Essendo una pianta biennale, la formazione dell'infiorescenza è stimolata dal processo di vernalizzazione.

 

 La cipolla presenta esigenze diverse nei confronti della luce, tanto che le singole varietà iniziano la bulbificazione quando si verificano condizioni appropriate di luminosità:

 

 - brevidiurne: richiedono un periodo di 10-12 ore di luce al giorno (varietà precoci);

 

 - neutrodiurne: richiedono un periodo di 12-14 ore di luce al giorno (varietà medio-precoci);

 

 - longidiurne: richiedono un periodo di 14-16 ore di luce al giorno (varietà tardive o molto tardive).

 

 Predilige terreni di medio impasto tendenzialmente sciolti ma si adatta anche a quelli argillosi purchè freschi, profondi, ricchi di sostanza organica, con buona disponibilità di acqua. E' consigliabile un avvicendamento lungo (ogni 4-5 anni). Predilige terreni con valori di pH tra 6 e 7.

 

Raccolta e conservazione La cipolla è pronta per essere raccolta quando le foglie si presentano appassite, ingiallite e curvate verso terra per la perdita di turgidità. L'estirpazione è di norma effettuata con macchine escavatrici-allineatrici che, formando delle andane, scalzano i bulbi che vengono lasciati sul campo per circa una settimana, fino alla completa essiccazione delle radici e della parte aerea; in seguito, con una macchina raccoglicaricatrice, si provvede alla raccolta.Una volta raccolti e messi nei contenitori, i bulbi possono essere destinati subito al consumo fresco e all'industria di trasformazione o essere conservati. Non tutte le varietà si prestano alla conservazione; in genere le migliori sono quelle tardive.

 

 La cipolla può essere destinata al consumo fresco o all'industria di conservazione per la produzione di sottoli, sottaceti o fettine disidratate. Il suo valore nutritivo è legato soprattutto alla presenza di sali minerali e di una certa quantità di vitamine, soprattutto la vitamina C.

 

Uso in cucina e proprietà terapeutiche I bulbi di cipolla sono ampiamente impiegati in cucina per preparare minestre, carni, sughi, insalate, ecc.Proprietà terapeutiche: antibatterica e antinfettiva, stimola la funzionalità renale favorendo l'eliminazione delle scorie azotate e combatte i vermi intestinali.

 

 

 

 

 

 

 

 

Cipolle crude

Categoria

Verdure e Ortaggi

Codice Alimento

005300

Nome Scientifico

Allium cepa

 

 

 

Ripartizione percentuale dell'energia

Composizione

percentuale

Proteine

15%

Lipidi

3%

Carboidrati

82%

Alcol

0%

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

COMPOSIZIONE CHIMICA E VALORE ENERGETICO PER 100g DI PARTE EDIBILE

Composizione chimica

valore per 100g

Note

     

Parte edibile (%):

83

 

Acqua (g):

92.1

 

Proteine (g):

1

 

Lipidi(g):

0.1

 

Colesterolo (mg):

0

 

Carboidrati disponibili (g):

5.7

 

Amido (g):

0

 

Zuccheri solubili (g):

5.7

 

Fibra totale (g):

1

 

Fibra solubile (g):

0.16

 

Fibra insolubile (g):

0.88

 

Alcol (g):

0

 

Energia (kcal):

26

 

Energia (kJ):

110

 

Sodio (mg):

10

 

Potassio (mg):

140

 

Ferro (mg):

0.4

 

Calcio (mg):

25

 

Fosforo (mg):

35

 

Magnesio (mg):

 

 

Zinco (mg):

 

 

Rame (mg):

 

 

Selenio (µg):

 

 

Tiamina (mg):

0.02

 

Riboflavina (mg):

0.03

 

Niacina (mg):

0.5

 

Vitamina A retinolo eq. (µg):

3

 

Vitamina C (mg):

5

 

Vitamina E (mg):